Tag Archives: Attività didattica

Home / Posts tagged "Attività didattica" ()

Dal Mediterraneo ai Tropici, il nuovo DVD dell’AMA

Anche quest’anno l’Accademia Mare Ambiente, l’associazione che gestisce l’Acquario Mediterraneo dell’Argentario, ha realizzato un nuovo documentario naturalistico con l’intento di arricchire l’offerta di prodotti multimediali utili per le attività didattiche svolte nei confronti delle giovani generazioni.

Da circa dieci anni i volontari dell’A.M.A. si dedicano all’educazione ambientale stimolando un corretto approccio al mare ed alle sue risorse. Il titolo di questa nuova opera è “Dal Mediterraneo ai tropici” ed illustra le esperienze vissute in immersione dalla giovanissima, ma già molto esperta, subacquea Camilla che condivide con lo spettatore le emozioni provate nell’incontro con le più strabilianti forme di vita caratteristiche sia degli ambienti mediterranei che di quelli tropicali. Camilla, figlia del presidente dell’A.M.A. Alessandro Tommasi, accompagna lo spettatore in un’immersione virtuale passando dalle cernie, dai cavallucci marini e dalle orate del Mare Nostrum ai pesci pagliaccio, alle tartarughe, ai barracuda ed agli squali dei mari tropicali, permettendoci di apprezzare un gran numero di immagini che ritraggono animali meravigliosi in ambienti stupendi.

Le videoriprese sono di Alessandro Tommasi, che ha prodotto anche i testi in collaborazione con Camilla Tommasi e Giovanna Canessa; la post-produzione è a cura della Mediatouch 2000 srl., mentre la supervisione scientifica è di Maurizio De Pirro e Francesca Birardi.

Il documentario, realizzato grazie al contributo determinante dell’Ente Cassa Di Risparmio Di Firenze, si aggiunge ad una collezione ormai numerosa di opere analoghe, disponibili su supporto DVD presso i locali dell’Acquario Mediterraneo dell’Argentario.

Attività didattica di biologia marina: alla scoperta dei nostri fondali

Articolo a cura dei ragazzi della IIB, scuola media G. Mazzini, Porto S. Stefano.

img_6102Troppo spesso l’uomo, incurante della natura, per ignoranza o per interessi economici, opera su di essa in modo scellerato, inquinando e alterando equilibri senza rendersi conto che, così  facendo, crea dei danni enormi soprattutto a sé stesso.
Noi ragazzi della classe seconda B di tempo prolungato della scuola media “G. Mazzini” di Porto Santo Stefano, ci siamo potuti rendere conto di quanto siano seri questi problemi, grazie ad un interessante percorso teorico-pratico, guidato dalla dottoressa Francesca Birardi (una naturalista che opera presso l’Acquario di Porto Santo Stefano), all’interno di un progetto di educazione ambientale, cui ha aderito la nostra professoressa di scienze, Augusta Castaldi: dieci ore in tutto per scoprire ed apprezzare la flora e la fauna del “Mare Nostrum”… E le sorprese sono state tante!
Innanzitutto la dottoressa Birardi ci ha mostrato alcuni articoli ed immagini delle varie specie marine che popolano le nostre coste. Successivamente, ci ha proposto la visione di un filmato intitolato “Viaggio nel Mare Nostrum”, realizzato dall’Accademia Mare Ambiente, associazione no profit che gestisce l’Acquario del nostro paese; è stato molto emozionante, come  tuffarci dalle nostre scogliere e intraprendere un’escursione subacquea, tra alghe e pesciolini variopinti.
Il secondo incontro è stato anche più interessante.  Ci siamo improvvisati scienziati, medici legali, e la fantasia correva… Ad ognuno di noi sono stati consegnati guanti, taglierini, pinzette e, infine, un sarago. Abbiamo sezionato il pesce per osservare la sua struttura interna. Siamo rimasti tutti sbalorditi: nessuno di noi pensava che anche in un esserino così piccolo ci fossero tanti organi di così vitale importanza.
Ormai esperti nella tecnica chirurgica, nel terzo incontro, ci siamo esercitati sui molluschi ed i crostacei. Questa volta ci sono stati dati una cozza, una vongola, una cicala di mare e un gambero, che abbiamo sezionato per osservarne la struttura esterna ed interna. Ebbene, abbiamo scoperto che essi non sono solo ottimi ingredienti per la zuppa, ma sono esseri completi e strutturalmente organizzati, muniti di organi, di muscoli e di legamenti. L’unico dubbio che ci resta è se riusciremo ancora a mangiarne uno!
Ma la scoperta più eclatante è stata senz’altro l’intelligenza del polpo, sulla quale nessuno di noi avrebbe scommesso un soldo bucato. Eppure, grazie alla visione di un filmato realizzato in Acquario, ci siamo dovuti arrendere all’evidenza. Grazie all’istinto di sopravvivenza i polpi sono infatti in grado di aprire un barattolo per procurarsi il cibo… e pensare che qualcuno di noi non ci riesce neppure con l’apriscatole!
Nel quarto incontro, un laboratorio didattico su alghe e piante marine, abbiamo osservato e messo ad essiccare su un cartoncino, per farne un quadretto, alcune specie di alghe verdi, rosse e brune, e foglie di Posidonia oceanica. Anche questa è stata una sorpresa: chi avrebbe mai detto che proprio quelle foglie, erroneamente chiamate alghe, che ritroviamo tutte le estati nel mare e sulla spiaggia e che tanto ci infastidiscono, potessero svolgere una funzione tanto importante come rifornire di ossigeno tutto il Mediterraneo!
Interessante è stato poi analizzare la Laguna di Orbetello, in realtà uno stagno marino, che seppure presenti caratteristiche diverse rispetto al mare, è anch’essa un habitat molto importante da salvaguardare.
Per completare il corso, la professoressa Castaldi e la dottoressa Birardi ci hanno guidato in una visita dell’Acquario di Porto Santo Stefano, per illustrarci dal vivo le meraviglie del Mar Mediterraneo. Abbiamo affrontato tutto il percorso come se fossimo effettivamente immersi nel mare: è stato molto suggestivo e coinvolgente.
Tutta l’esperienza, infine, ci ha fatto sentire così vicini a questo mondo sommerso che abbiamo finalmente compreso l’importanza della sua salvaguardia e siamo ora pronti a testimoniarla, grazie agli strumenti di conoscenza che ci ha fornito questo corso.

Foto realizzate dai ragazzi della IIA, scuola media G. Mazzini, Porto S. Stefano. I genitori dei ragazzi della IIA hanno dato il consenso alla pubblicazione in internet delle foto scattate in classe.

“Incontri ravvicinati” in Acquario

Oggi vi proponiamo questo filmato registrato dagli insegnanti e i ragazzi delle classi 3°A/B della Scuola Primaria L. Santucci di Castel del Piano (Gr), che sono venuti a visitarci il 7 maggio 2010. La loro insegnante, Nicoletta, ci ha gentilmente segnalato il video sulla nostra bacheca di facebook e noi per ringraziare lei e tutti i suoi alunni lo pubblichiamo qua sul nostro sito! Complimenti a tutti voi, continuate così!

Bandiera blu 2010

Anche per il 2010 l’Accademia Mare Ambiente (A.M.A.) è riuscita ad ottenere il massimo punteggio per la didattica ambientale e per iniziative ambientali dalla Fondazione Educazione Ambientale FEE (Foundation for Environmental Education).

Infatti, come già avvenuto ogni anno negli ultimi cinque anni, sono state almeno otto le iniziative ambientali eseguite sul territorio Comunale o attraverso la gestione del Centro Didattico di Biologia Marina del Comune di Monte Argentario che hanno contribuito in modo determinante all’assegnazione della bandiera Blu al Comune di Monte Argentario.

Questa è la lista delle iniziative didattiche o di valorizzazione dell’ambiente organizzate dall’A.M.A. nell’anno 2009:

  • Progetto di rinnovo del portale web acquarioargentario.org
  • Progetto didattico MIUR di biologia ed ecologia marina e lagunare nelle scuole primarie e secondari nei quattro laboratori didattici AMA, redicontazione attività svolta anno 2008/2009
  • Progetto didattico MIUR per la realizzazione di una serie completa di lezioni, seminari e  esercitazioni scientifiche indirizzate specificatamente alla conoscenza delle peculiarità degli ecosistemi del Marenostrum e della Laguna di Orbetello anno 2009/2010
  • Progetto Biologia ed Ecologia Marina Comune di Firenze “Un laboratorio nel Mare Nostrum” 2009
  • Progetto di informatizzazione delle vasche acquario mediterraneo dell’argentario e di didattica e-learning inserita nel sito amadidattica.net
  • Progetto di promozione ambientale e valorizzazione naturalistica “Un Tesoro da Scoprire insieme” DVD, progetto finalizzato alla valorizzazione economico ambientale ai fini dell’escursionismo subacqueo dell’Isolotto dell’Argentarola
  • Progetto di realizzazione e diffusione del DVD Viaggio nel Mare Nostrum
  • Certificazioni di qualità ambientale SIC-SIR-ZPS

Concluso il progetto di “Didattica in mare” 2010

12Si è appena concluso il programma di educazione ambientale dal titolo “Stili di vita e comportamenti per uno sviluppo sostenibile”, previsto nell’ambito del progetto “Le chiavi della città” organizzato dal Comune di Firenze.

Quest’anno alle attività di biologia ed ecologia marina Un laboratorio del Mare Nostrum” proposte dall’Accademia Mare Ambiente, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica e l’Assessorato alla Pubblica Istruzione di Firenze, hanno partecipato le seguenti scuole: l’Istituto Salesiano dell’Immacolata, le primare statali “Giorgio La Pira” e “Desiderio da Settignano”, le secondarie di primo grado “Maria Fiorenza Nardi” e “Ottone Rosai”, l’Istituto Comprensivo Galluzzo e il “Giovanni Boccaccio”. In tutto hanno partecipato 658 persone tra bambini e insegnanti.

Inoltre abbiamo avuto anche il piacere di effettuare un’uscita speciale, al di fuori del progetto, con i bambini degli asili nido di Monte Argentario, “La tana degli orsetti” del Pozzarello, la Sezione Primavera della Scuola dell’infanzia di Lividonia ed una sezione del nido di Porto Ercole, accompagnati dalle maestre, i genitori e i nonni.

Le attività didattiche si sono svolte prima all’interno dell’Acquario Mediterraneo dell’Argentario, dove i ragazzi hanno potuto visitare la struttura guidati dai naturalisti e i biologi dell’Accademia Mare Ambiente, e poi sono proseguite a bordo delle navi Revenge ed Adriatic Princess II de “Le Crociere del Sole“, dove i partecipanti hanno potuto assistere ad un’immersione trasmessa in diretta sugli schermi delle navi dai sub dell’A.M.A.

Lo staff dell’Accademia Mare Ambiente ringrazia calorosamente tutti coloro che hanno partecipato al progetto e gli equipaggi delle motonavi Revenge e Adriatic Princess II per la gentile ospitalità, e si augura che sia stata una bella e interessante esperienza per tutti.

Arrivederci al prossimo anno!