Monthly Archives: gennaio 2010

Home / 2010 / gennaio

La Castagnola rossa

Castagnola rossaClasse: Osteitti
Ordine: Perciformi
Famiglia: Serranidi
Nome scientifico: Anthias anthias
Nome comune: Castagnola rossa

Habitat: vive in vicinanza di rocce con anfratti e grotte.
Profondità:
da 15 fin a quasi 200 metri.
Dimensioni:
può raggiungere i 26 cm di lunghezza.

Caratteristiche: è una specie ermafrodita proterogina, cioè nasce femmina e diventa maschio in un secondo momento. La Castagnola rossa tende a formare gruppi numerosi che presentano come capogruppo un esemplare nella fase maschile. La colorazione va dal rosso vivace al rosa; i maschi sono ben distingubili dalle femmine perchè sono più grandi ed hanno le pinne di un giallo intenso. Gli occhi sono grandi e la dorsale presenta un raggio spinoso particolarmente lungo; la pinna caudale è profondamente incisa. Ha abitudini notturne ed è presente nel Mediterraneo e nell’Atlantico orientale

Vasche Acquario: si può ammirare qualche esemplare di Castagnola rossa nella vasca che rappresenta il Circalitorale superiore.

Il ventaglio di mare: Flabellia petiolata

Flabellia petiolata

Classe: Bryopsidophyceae
Ordine: Bryopsidales
Famiglia: Udoteaceae
Nome scientifico: Flabellia petiolata (prima del 1987 era conosciuta come Udotea petiolata)
Nome comune: Ventaglio di mare

Habitat: fondali rocciosi o poco illuminati
Profondità: da 1 a 40 metri.
Dimensioni: può arrivare fino a 10 cm di lunghezza.
Caratteristiche: questa alga verde (Clorofita) è ben riconoscibile per la forma della sua foglia arrotondata che ricorda un piccolo ventaglio. Talvolta è possibile incontrarla nelle praterie di Posidonia oceanica. È una specie molto comune nel Mediterraneo, ed è stata anche segnalata nell’Atlantico nord-orientale.

Vasche Acquario: è possibile vedere qualche esemplare di Flabellia petiolata nella vasca che rappresenta l’Infralitorale superiore.

Argentarola santuario marino

Il Tirreno – 12 Gennaio 2010

(Clicca sull’immagine per ingrandire)

Novità all’Acquario: informatizzazione delle vasche

Con l’arrivo del nuovo anno l’Acquario Mediterraneo dell’Argentario presenta subito la sua prima novità che riguarda l’informatizzazione delle vasche. Ogni stanza dell’Acquario è stata dotata, infatti, di uno schermo su cui vengono proiettate le immagini delle specie presenti nelle vasche, i loro nomi comuni e scientifici, e informazioni riguardanti le loro caratteristiche ecologiche e biologiche.

Questa nuova tecnologia, molto più pratica dei cartelli statici che erano presenti prima nella struttura, consentirà ai visitatori di avere informazioni più precise e dettagliate sulle specie ospitate e permetterà loro un facile e veloce riconoscimento degli animali e vegetali che stanno osservando.

Lo staff dell’Accademia Mare Ambiente, quindi, vi invita a visitare l’Acquario di Porto S. Stefano per vedere da vicino tutte le meravigliose specie che popolano i fondali dell’Argentario.